Tradurre "protocollo di new york" in inglese :

TERMINOLOGIA
see also In-Context Translations below
Protocollo di New York | protocollo relativo allo status dei profughi | Protocollo relativo allo status dei rifugiati | Protocollo sullo statuto dei rifugiati | Borsa di New York | Borsa valori di New York | New York Stock Exchange | NYSE | Convenzione di New York sulle missioni speciali -*- New York Protocol | Protocol relating to the Status of Refugees | New York Stock Exchange | NYSE | New York Convention on Special Missions

Protocollo di New York | protocollo relativo allo status dei profughi | Protocollo relativo allo status dei rifugiati | Protocollo sullo statuto dei rifugiati

New York Protocol | Protocol relating to the Status of Refugees
IATE - Rights and freedoms
IATE - Rights and freedoms


Borsa di New York | Borsa valori di New York | New York Stock Exchange | NYSE [Abbr.]

New York Stock Exchange | NYSE [Abbr.]
IATE - Free movement of capital
IATE - Free movement of capital


Convenzione di New York sulle missioni speciali

New York Convention on Special Missions
IATE - 0436, 0806
IATE - 0436, 0806
IN-CONTEXT TRANSLATIONS
– visti la Convenzione ONU del 1951 relativa allo status dei rifugiati (la Convenzione di Ginevra) e il protocollo di New York del 1967 relativo allo status dei rifugiati,

– having regard to the UN Convention of 1951 relating to the Status of Refugees (Geneva Convention) and to the New York Protocol of 1967 relating to the Status of Refugees,


In particolare, le azioni rispettano le disposizioni della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea, il diritto dell'Unione in materia di protezione dei dati, la Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali (CEDU), il principio di equo trattamento dei cittadini dei paesi terzi, il diritto di asilo e di protezione internazionale, il principio di non respingimento e gli obblighi internazionali dell'Unione e degli Stati membri derivanti dagli strumenti internazionali di cui sono firmatari, quale la Convenzione di Ginevra relativa allo status dei rifugiati del 28 luglio 1951, integrata dal protocollo di New York del 31 gennaio 1967.

In particular, actions shall comply with the provisions of the Charter of Fundamental Rights of the European Union, Union data protection law, the European Convention for the Protection of Human Rights and Fundamental Freedoms (ECHR), the principle of fair treatment of third-country nationals, the right to asylum and international protection, the principle of non-refoulement and the international obligations of the Union and Member States arising from international instruments to which they are signatory such as the Geneva Convention Relating to the Status of Refugees of 28 July 1951, as supplemented by the New York Protocol of 31 January 1967.


In particolare, le azioni dovranno rispettare le disposizioni della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea, le norme europee sulla protezione dei dati, la Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali (CEDU), l'equo trattamento dei cittadini dei paesi terzi, il diritto di asilo e di protezione internazionale, il principio di non respingimento e gli obblighi internazionali dell'Unione e degli Stati membri derivanti dagli strumenti internazionali, ad esempio la Convenzione di Ginevra relativa allo status dei rifugiati del 28 luglio 1951, integrata dal protocollo di New York del 31 gennaio 1967 ("convenzione di Ginevra"), di cui sono firmatari.

In particular, actions will have to comply with the provisions of the Charter of Fundamental Rights of the European Union, European data protection rules, the European Convention for the Protection of Human Rights and Fundamental Freedoms (ECHR), the fair treatment of third country nationals, the right of asylum and international protection, the principle of non-refoulement and the international obligations of the Union and Member States arising from the international instruments, for example the Geneva Convention Relating to the Status of Refugees of 28 July 1951, as supplemented by the New York Protocol of 31 January 1967 (“the Geneva Convention”), to which they are signatory.


Detto obiettivo deve essere realizzato nel rispetto dei diritti fondamentali (articolo 67, paragrafo 1, del TFUE), nel rispetto della dignità umana conformemente alle disposizioni della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea e della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali e, per quanto attiene allo sviluppo di una politica comune in materia di asilo, immigrazione e controllo delle frontiere esterne equa nei confronti dei cittadini dei paesi terzi (articolo 67, paragrafo 2, del TFUE), nel rispetto del diritto d'asilo, del diritto a una protezione internazionale e del principio di non respingimento e di salvataggio in mare dei migranti, nonché degli obblighi internazionali dell'Unione e degli Stati membri risultanti dalla loro adesione a strumenti internazionali, in particolare la Convenzione di Ginevra relativa allo status dei rifugiati del 28 luglio 1951, integrata dal protocollo di New York del 31 gennaio 1967 («la Convenzione di Ginevra»).

In realising this objective it is necessary to ensure respect for fundamental rights (Article 67(1) of the TFEU) and human dignity in accordance with the provisions of the Charter of Fundamental Rights of the European Union and the European Convention for the Protection of Human Rights and Fundamental Freedoms (ECHR) and, concerning the development of a common asylum, immigration and external border control policy, the fair treatment of third country nationals (Article 67(2) of the TFEU), respect for their right of asylum and international protection, the principle of non-refoulement and sea rescue of migrants and compliance with the international obligations of the Union and Member States arising from the international instruments, for example the Geneva Convention Relating to the Status of Refugees of 28 July 1951, as supplemented by the New York Protocol of 31 January 1967 (‘the Geneva Convention’), to which they are signatory .


(3) Il Consiglio europeo, nella riunione straordinaria di Tampere del 15 e 16 ottobre 1999, ha convenuto di lavorare all'istituzione di un regime europeo comune in materia di asilo basato sull'applicazione, in ogni sua componente, della convenzione di Ginevra relativa allo status dei rifugiati del 28 luglio 1951 ("convenzione di Ginevra"), integrata dal protocollo di New York del 31 gennaio 1967 ("protocollo"), e di garantire in tal modo che nessuno sia nuovamente esposto alla persecuzione, in ottemperanza al principio di "non refoulement" (divieto di rimpatrio a rischio di persecuzione).

(3) The European Council at its special meeting in Tampere on 15 and 16 October 1999 agreed to work towards establishing a Common European Asylum System, based on the full and inclusive application of the Geneva Convention of 28 July 1951 Relating to the Status of Refugees ("Geneva Convention"), as supplemented by the New York Protocol of 31 January 1967 (the "Protocol"), thus affirming the principle of non-refoulement and ensuring that nobody is sent back to persecution.




datacenter (19): www.wordscope.it (v4.0.br)

'protocollo di new york' -> Protocollo di New York | protocollo relativo allo status dei profughi | Protocollo relativo allo status dei rifugiati | Protocollo sullo statuto dei rifugiati | Borsa di New York | Borsa valori di New York | New York Stock Exchange | NYSE [Abbr.] | Convenzione di New York sulle missioni speciali

Date index: 2021-04-26
w